martedì 21 luglio 2009

Risotto di mirtilli&miele

Stasera ho invitato a cena le mie amiche Sara, Eleonora ed Amy. È stata una serata improvvisata all'ultimo momento... Avevo dei mirtilli in frigo e, oltre alla marmellata, volevo sperimentare il risotto de Il Pasto Nudo! È stato apprezzato, anche se purtroppo, come consuetudine per i miei piatti americani, mi mancavano ingredienti fondamentali, come il vino rosso e la menta, quindi direi che si può decisamente migliorare! Ma la ricetta base non è male. Vi confesso, che nonostante non fosse previsto, ho aggiunto qualche manciata di parmigiano, perché il risotto senza parmigiano, a casa mia, non è risotto (a parte quello coi frutti di mare). Voi cosa ne pensate? Lo mettete sempre il parmigiano nel risotto, o fate delle eccezioni?


Ingredienti

Per il brodo vegetale

*500 grammi d’acqua oligominerale
*qualche costina interna di sedano
*1 carota
*1 piccola cipolla di tropea
*2 spicchi di aglio fresco
*qualche fogliolina di basilico genovese
*qualche rametto di timo fresco

Per il risotto

*200 grammi di riso originario
*100 grammi di mirtilli neri
*1 cucchiaio di erba cipollina
*il brodo di cui sopra
*1/2 bicchiere di vino rosso fermo
*2 cucchiai di miele
*olio extra vergine d’oliva
*sale e pepe

1 Date una sciacquata alle verdure e alle erbe aromatiche e mettetele tutte in una pentola piccola con l’acqua fredda. Accendete il fuoco a fiamma molto bassa, coprite e lasciate sobbollire pianissimo, ci vorrà una mezz’oretta o tre quarti d’ora, fino a quando il brodo non avrà un profumo delizioso. A questo punto togliete le verdure e lasciate il brodo nella pentola bollente, sempre chiusa con il coperchio.

2 Prendete una padella di media grandezza, accomodatela sulla fiamma molto bassa, coprite appena il fondo con l’olio, e appena sarà caldo (non bollente) aggiungete il riso e l’erba cipollina, mescolate e lasciate tostare il riso per qualche minuto, sempre a fiamma lieve.

3 Quando vedrete che i chicchi saranno diventati quasi trasparenti versate il vino, alzate la fiamma per farlo sfumare e mescolate fino a quando il riso lo avrà assorbito completamente.

4 Adesso riabbassate la fiamma e aggiungete il brodo un pochino alla volta, facendolo assorbire tutto dal riso.

5 Intanto lavate e asciugate i mirtilli e frullateli con il minipimer lasciandone qualcuno per decorare il piatto.

6 Quando il riso sarà a tre minuti dalla cottura aggiungete il purè di mirtilli, mescolate e finite la cottura. Non fate asciugare troppo perché anche quando avrete tolto il risotto dal fuoco continuerà ad assorbire un pochino il liquido.

7 Prendete un bel coppapasta e impiattate il riso premendolo un po’ per fargli prendere la forma. Aggiungete sulla superficie i mirtilli rimanenti, versate a filo un po’ di miele, qualche fogliolina di menta e, se vi piace, una spolverata di pepe bianco.

la vostra inviata da Charlottesville, VA

7 commenti:

  1. deliziosissimissimo....yummy!!!

    RispondiElimina
  2. Grazieeeee! Per la vostra compagnia e simpatia, a presto! Baci

    RispondiElimina
  3. Ciao! complimenti per il risotto! è davvero originalissimo ed invitante! ci hai proprio incuriosito!
    un bacione

    RispondiElimina
  4. Che bella idea, da molto non leggevo una ricetta per un risotto che prevedesse la frutta (sarà perchè in estate i risotti sono "banditi"? ;)): non appena avrò a disposizione i mirtilli del teso ci provo!
    buona giornata,

    wenny

    RispondiElimina
  5. Ho già mangiato la foto del pasto nudo ieri quando ho visto questo meraviglioso risotto! Ho quasi sbattuto la testa contro il monitor :D
    uahah..adoro i mirtilli!
    Io il parmigiano lo utilizzo spesso..effettivamente sui risotti di pesce non sempre ne sento l'esigenza :)
    si completano da sè.
    Su questo non so immaginare..però su un piattino a parte lo proverei ^_^

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutte! Guardate, vi confesso, io sono molto classica negli abbinamenti di cucina (probabilmente ho ereditato una certa rigidita' dal mio papa' che e' sempre scetticissimo a proposito di qualsiasi anche minima innovazione! Tipo marmellata o miele coi formaggi, che io ho imparato ad amare, lui??? Orrore, nemmeno prova!). Comunque questo risotto e' buono, davvero (e perche' non dovrebbe dato che tutti gli ingredienti sono meravigliosi???) e credo che lo rifaro' a regola d'arte non appena potro' inaugurare la futura casa americana! Il 31 luglio si trasloca! Quindi, tenetevi pronti!

    RispondiElimina
  7. Accogliente in te
    Se avete bisogno di sentire la gioia
    dovete capire che è il proprio posto
    che portano alla stessa fonte, dove i pozzi senza limiti.
    Se avete bisogno di non sentire il buio che circonda lei, è fare in modo
    il tuo destino è sigillata ad esso,
    la domanda che si bruciano in luce
    e poi giù la connessione.
    Quando si sceglie la paura della vostra guida,
    devi sapere che molti errori sono fatti.
    La domanda, dunque, il cuore e il know how per procedere, perché nella sua saggezza, riconosce la paura come una grande illusione.
    Se si dispone di spazi vuoti all'interno che
    provocare dolore e un senso
    strano di essere perso,
    alimenta solo il bene che la vita vi offre;
    Per poi, a sentire le benedizioni,
    giorno per giorno, e molti sono suoi.
    Se ti senti solo, fisicamente e spiritualmente, coccolarVi su te stesso ...
    E vedere, non vi è alcuna società migliore di essere, perché non vi è il tesoro è stato quando abbiamo iniziato questo cammino che ci serve come il ciclo di vita.
    Così si è, vai con il tuo cuore, con la vostra chiarezza, con la vostra sede per essere felice.
    E ricorda di non riposo gli occhi
    in acque che sono andati.
    Allineare la vostra attenzione su ciò che stai vivendo ora, in questo momento.
    Perché è l'unico posto dove si può, e deve,
    divertirsi, tutte le possibilità
    ci devono essere pienamente
    e veramente sentire la presenza di amore.
    Antonio - São José dos Campos São Paulo
    Abbracci e grazie per la visita
    Mi auguro che la visita nel mio blog Abraços Antonio.
    http://noticiasjornaistv.blogspot.com/
    http://curiosidadesdoplantaterra.blogs.sapo.pt/
    Google Translation

    RispondiElimina

Lascia un'impronta passando di qui...

i più cucinati della settimana

Related Posts with Thumbnails

ipse dixit...

  • meglio un asino vivo che un dottore morto! (zia laura)
  • quel che non strangola... ingrassa! (zia laura)
  • non ti curar di lor, ma guarda e passa (dante alighieri)
  • the most important thing is to enjoy life - to be happy - that's all that matters (Audrey Hepburn)
  • ho imparato tante cose qui... non solo a cucinare, ma una ricetta molto più importante: ho imparato a vivere. Ho imparato ad essere qualcosa di questo mondo che ci circonda, senza stare lì in disparte a guardare... (dal film Sabrina)
  • ergastolo in vita! ai lavori "sforzati"! (zia laura)
  • "calandra" (cioè cassandra), verace sempre, creduta mai... (zia laura)
  • tutti i nodi vengono al petto (laura)

gocce di rugiada

  • one step at the time
  • siamo qua tre giorni con ieri l'altro
  • chi semina vento raccoglie tempesta
  • chi semina raccoglie
  • chi si ferma è perduto
  • tutto il mondo è paese
  • meglio soli che male accompagnati
  • meglio tardi che mai...
  • aiutati che il ciel t'aiuta
  • finché c'è vita c'è speranza
  • cuor contento ciel l'aiuta!
  • gratis et amore dei
  • via il dente, via il dolore!
  • chi si accontenta, gode!
  • sursum corda!