lunedì 1 febbraio 2010

Frittelle e neve

In questo momento di grande incertezza sul mio futuro, in sospeso, in attesa di trovare il mio posto nel mondo, mi sono presa una pausa dai mille pensieri che affollano la mia testa e non mi fanno dormire, e sono andata a Zurigo da Ru&SiLviA.
Quanta neve!


baden2010




Lunedì mattina ho fatto una lunga passeggiata a Baden, immersa nel bianco e nel silenzio. Nel pomeriggio, complice la tempesta di neve fuori dalla finestra, ho fatto le frittelle! In realtà le ho già proposte nel blog l'anno scorso, ma non avevo dato le dosi della mia ricetta segreta. Quest'anno però ho deciso di condividere!

Ed ecco dunque le mie frittelle, stavolta nella versione con limoncello e scorzette d'arancia caramellate.

Ingredienti per 6 persone

DSC_0024* 250 ml d'acqua
* 50 g di burro
* un pizzico di sale
* 150 g di farina
* 50 g di frumina
* 50 g di zucchero
* 1 bustina di zucchero vanigliato
* 2 cucchiai di limoncello
* 2 cucchiai di ricotta
* 3-4 uova
* 1 cucchiaino raso di lievito
* 100 g di scorzette d'arancia caramellate
* zucchero per guarnizione

Procedimento

1 Setacciate farina e frumina. Portate acqua burro e sale a ebollizione, togliete dal fuoco e quindi versatevi la miscela di farine, tutta in una volta.

2 Mescolate il tutto fino ad ottenere una palla compatta e riscaldate nuovamente, sempre mescolando, per un minuto circa.

3 Mettete la palla ancora calda in una terrina, aggiungete lo zucchero, lo zucchero vanigliato, il limoncello, la ricotta e le uova, una alla volta, fino a che la pasta assume un forte aspetto lucente e cade pesantemente dal cucchiaio, formando lunghe punte.

4 Incorporate infine il lievito e la scorzetta d'arancia.

5 Fate scaldate abbondante olio per frittura in un tegame, abbastanza alto perché le frittelle galleggino. Formate delle piccole palline aiutandovi con 2 cucchiai e friggetele nell'olio caldo.

6 Fatele raffreddare in uno scolapasta rivestito di carta assorbente e spolverizzate con lo zucchero, a velo o semplice, come preferite.


Un grazie speciale a Ru e SiLviA che mi offrono sempre ospitalità e rifugio, che mi accolgono e mi fanno sentire a casa.

SiLviA: Grazie a te! anche per queste buonissime frittelle!!


DSC_0026



4 commenti:

  1. belle le foto della neve...e pure quelle delle frittelle e della fotografa!:)
    che buona poi l'idea del limoncello! vorrei uno di quei bicchierini!:)
    ciao!

    RispondiElimina
  2. tesoro, mi manchi tanto qui!
    tvb

    RispondiElimina
  3. Grazie Terry, il paesaggio innevato è magico, le frittelle ben riuscite e la fotografa... mah!

    Saretta!!!!!! Sei qui! Grazie! Anche tu mi manchi... Ho visto le foto del compleanno! Che belli!

    RispondiElimina
  4. che bello...vi immagino insieme a cercare pce e tranquillità e a pasticciare e preparare...le magiche frittelle di vera...spero tutto trovi ordine! un bacione

    RispondiElimina

Lascia un'impronta passando di qui...

i più cucinati della settimana

Related Posts with Thumbnails

ipse dixit...

  • meglio un asino vivo che un dottore morto! (zia laura)
  • quel che non strangola... ingrassa! (zia laura)
  • non ti curar di lor, ma guarda e passa (dante alighieri)
  • the most important thing is to enjoy life - to be happy - that's all that matters (Audrey Hepburn)
  • ho imparato tante cose qui... non solo a cucinare, ma una ricetta molto più importante: ho imparato a vivere. Ho imparato ad essere qualcosa di questo mondo che ci circonda, senza stare lì in disparte a guardare... (dal film Sabrina)
  • ergastolo in vita! ai lavori "sforzati"! (zia laura)
  • "calandra" (cioè cassandra), verace sempre, creduta mai... (zia laura)
  • tutti i nodi vengono al petto (laura)

gocce di rugiada

  • one step at the time
  • siamo qua tre giorni con ieri l'altro
  • chi semina vento raccoglie tempesta
  • chi semina raccoglie
  • chi si ferma è perduto
  • tutto il mondo è paese
  • meglio soli che male accompagnati
  • meglio tardi che mai...
  • aiutati che il ciel t'aiuta
  • finché c'è vita c'è speranza
  • cuor contento ciel l'aiuta!
  • gratis et amore dei
  • via il dente, via il dolore!
  • chi si accontenta, gode!
  • sursum corda!